Vitalizi, D’Incà: “Giornata storica, abolito un odioso privilegio. Ora sotto con le pensioni d’oro”

BELLUNO – Bye bye vitalizi: oggi sono stati aboliti i vitalizi degli ex deputati. Ai lavori dell’Ufficio di Presidenza della Camera ha partecipato Federico D’Incà, deputato bellunese del Movimento 5 Stelle e Questore alla Camera: “Questa è una giornata storica – esulta D’Incà – sui libri di storia si leggerà che il 12 luglio del 2018 il Movimento 5 Stelle ha cancellato lo scandalo dei vitalizi agli ex deputati. Abbiamo abolito un odioso privilegio, nonostante negli ultimi anni la vecchia politica si sia affannata a dire che non si poteva fare. Invece ce l’abbiamo fatta”.

D’ora in poi i parlamentari che hanno versato i contributi per tre anni in Parlamento prenderanno il corrispettivo di quei contributi nella pensione, come accade per tutti i cittadini italiani. “Finora ci avevano impedito di farlo – spiega il deputato – nella scorsa Legislatura ci hanno tolto perfino la parola in aula quando ne discutevamo”.

“Essere riusciti, in così breve tempo da quando siamo arrivati al Governo, a realizzare una delle promesse che avevamo fatto ai cittadini di cui siamo portavoce ci riempie di orgoglio – continua il deputato – questo taglio ci consentirà di risparmiare nel corso di questa legislatura, solo alla Camera, 200 milioni di euro”.

Una cifra che, al di là del suo peso reale, assume un altissimo valore simbolico: “Il nostro obiettivo – rivela D’Incà – è quello di restituire alla politica quella dignità che ha perso, perché una politica che si fonda sul privilegio, una politica che si arricchisce senza pudore mentre ci sono 9 milioni di cittadini che vivono al di sotto della soglia di povertà, è una politica senza dignità”.

“E dopo i vitalizi taglieremo le pensioni d’oro – annuncia il parlamentare veneto – abbiamo dimostrato che si può fare. Lo abbiamo fatto”.

Informazioni su Redazione 10105 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.