CorriFeltre: i consigli delle dietiste

FELTRE – Domenica si terrà la 6° Festa della salute abbinata alla 19° Corrifeltre. Partenza alle 9.30 in Campo Giorgio, dopo lo spettacolo degli sbandieratori Città di Feltre. L’arrivo è previsto al Palaghiaccio dove saranno esposti i lavori realizzati dalle scuole del distretto di Feltre nei progetti di educazione e promozione alla salute e saranno presenti gli stand delle associazioni di volontariato e il truccambimbi, grazie agli studenti dell’Enaip.

Ecco qualche consiglio delle dietiste dell’ospedale di Feltre Giovanna Foschini, Ester Lovat  e Federica Dall’Aglio per prepararsi al meglio alla gara e la ricetta dell’energy drink fai da te.

Quando si parla di alimentazione dello sportivo si incontra una ricca varietà di leggende metropolitane e indicazioni bizzarre che possono “confondere” i comportamenti alimentari.

NON E’ VERO che quando si fa attività fisica si può mangiare “quanto si vuole”. In relazione al tipo di attività si possono aumentare le calorie giornaliere dal 15 al 30% circa, mantenendo invariato l’equilibrio tra proteine, grassi e carboidrati.

NON E’ VERO che bisogna bere solamente prima o dopo l’attività fisica. Si deve bere anche durante l’ attività specialmente se questa viene svolta in un ambiente con clima caldo e in base alla sudorazione che ne deriva. E’ importante ricordare di non superare i 200-250 ml di acqua ogni 15 minuti per consentire un corretto svuotamento dello stomaco.

E’ VERO che più attività fisica si fa più radicali liberi si producono. Soprattutto le attività aerobiche ad alta intensità (ciclismo, corsa, sci di fondo, ecc) aumentano la produzione di queste molecole responsabili dell’invecchiamento fisico e psichico dell’organismo. La natura ha creato delle difese cioè delle molecole che riescono a disattivarli e quindi a proteggere le cellule: si tratta degli antiossidanti. Tra i più significativi troviamo la vitamine A (latte, uova, fegato, frutta e verdura rossa e gialla) , E (olio d’oliva, verdure a foglia verde scuro), C (agrumi, Kiwi, pomodoro); minerali come zinco e selenio (alimenti di origine animale); altri elementi come licopene (pomodoro) e grassi Omega 3 (pesce).

NON E’ VERO che l’attività fisica richiede l’utilizzo di integratori. Alcuni sportivi sentono il bisogno di prodotti particolari che diano “una mano” ad affrontare lo sforzo fisico : barrette, integratori salini/ proteici/energetici/misti. E’ importante ricordare che tali integratori non sono alimenti qualsiasi. In alcuni casi si tratta di prodotti parafarmaceutici  il cui utilizzo può causare effetti collaterali imprevisti : una bevanda con eccessiva concentrazione di sali e/o di zuccheri ha l’inconveniente di “fermarsi” a lungo nello stomaco, rallentando l’assorbimento dell’acqua da parte dell’organismo; l’eccesso di alcuni sali presenti negli integratori salini come il potassio può in certi casi determinare alterazioni al ritmo cardiaco. Reintegrare i sali con urgenza è realmente necessario se si suda moltissimo tanto da perdere più di tre chili di peso corporeo.

QUANTO BERE DURANTE LA GARA?

É consigliabile per l’atleta e lo sportivo ripristinare l’acqua e gli elettroliti perduti (sodio e cloro in particolare) nonché le scorte energetiche(glucosio) esauritesi in seguito ad un esercizio fisico intenso e prolungato. La rapidità di assimilazione da parte dell’organismo delle  bevande dipende da due fattori fondamentali: velocità di svuotamento gastrico e assorbimento intestinale.

Per non rallentare troppo lo svuotamento gastrico è necessario bere dai 200-250 ml di acqua o bevande moderatamente zuccherate (in quantità non superiore a 30g su 1l) e alla giusta temperatura: le bevande fresche (4-10 °C) lasciano lo stomaco più rapidamente di quelle calde.

Anche l’assorbimento di acqua nell’intestino  è influenzato dalla composizione della bevanda: la presenza di glucosio (zucchero) e sodio  nella giusta percentuale aumenta la velocità di assorbimento dell’acqua. Lo zucchero e il sale nelle bevande utilizzate nella pratica sportiva hanno quindi il duplice scopo di velocizzare l’assorbimento di acqua e il reintegro degli elettroliti e fornire un’adeguata fonte di energia ai muscoli!

Prepariamo insieme quindi ”l’ Energy drink” fai da te!!

L’energy drink“ fai da te! Ingredienti: 1 litro di acqua del rubinetto; 1 cucchiaio di zucchero di canna o di miele; 1 punta di cucchiaino di sale iodato (circa 1 grammo); mezzo bicchiere di succo di limone (oppure arancia, pompelmo, lime); 1 cucchiaino di magnesio in polvere (facoltativo).

Come prepararlo e utilizzarlo: Basta mischiare insieme tutti gli ingredienti e il vostro energy drink sarà subito pronto da bere! Le uniche accortezze da avere sono quella di spremere il succo di limone o di altri agrumi scelti  al momento, per mantenere intatte tutte le proprietà. Questa bevanda non contiene alcun tipo di conservante: va consumato abbastanza in fretta e conservato in frigorifero.

Informazioni su Redazione 9672 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.