Perde la vita cercando asparagi

LENTIAI – Attorno alle 13.40 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Feltre per il mancato rientro di un cercatore di asparagi in località Boschi, sopra Lentiai. V.D.Z., 69 anni, di Pedavena (BL), era partito attorno alle 10.30, dicendo che sarebbe tornato dopo un’oretta. Dopo averlo atteso invano, i familiari hanno dato l’allarme indicando la zona dove l’uomo era diretto. I soccorritori hanno iniziato a perlustrare i sentieri, sul posto anche i Vigili del fuoco che hanno effettuato un sopralluogo con il loro elicottero. Verso le 16, quando l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore si apprestava a sorvolare l’area con un soccorritore a bordo, una squadra ha individuato il corpo senza vita dell’uomo, che era caduto per una decina di metri in un ripido canale a fianco del sentiero che stava percorrendo, riportando traumi fatali. L’eliambulanza ha subito sbarcato nelle vicinanze medico e tecnico di elisoccorso che hanno solamente potuto constatarne il decesso. Una volta ottenuto il via libera dalla magistratura, la salma è stata ricomposta e imbarellata. I soccorritori  hanno quindi risalito il pendio 20 metri, per poi trasportare la barella assicurata a una corda lungo una cengia fino alla jeep e da lì alla strada, in attesa del carro funebre. Sul posto anche il Centro mobile di coordinamento del Soccorso alpino e i carabinieri.

Informazioni su Redazione 9831 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

1 Commento

  1. Intanto un pensiero di solidarietà e vicinanza ai famigliari della persona che ha perso la vita in montagna dove i pericoli sono in agguato anche se sei un esperto e conoscitori dei luoghi che frequenti. Rimane il fatto però che qualsiasi attività almeno secondo la mia opinione andrebbe svolta sempre in compagnia con altra persona anche per avere maggiore sicurezza ed un concreto appoggio in casi di qualsiasi urgenza e difficoltà. Dispiace immensamente che la montagna si privi di persone di una certa età che conoscitori dei luoghi e amanti della natura debbano lasciarci in questo modo senza aver avuto la possibilità di avergli dato una mano.
    Grazie sempre al soccorso alpino.

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.