Bimbi e cani, imparare a soccorrere tra i giochi

CORTINA D’AMPEZZO – Eva è un pastore tedesco grigione, Zara un Bloodhound, Margo un pastore belga Malinois e venerdi, tra coccole e giochi, hanno permesso ai loro conduttori, Steven e Nicola, di far avvicinare i bimbi della Scuola dell’infanzia don Pietro Fernademez al mondo del Soccorso alpino. Con parole semplici, ad altezza di bambini di 3, 4 e 5 anni, i due soccorritori della Stazione di Cortina hanno mostrato ai piccoli ascoltatori cosa è e come opera un’unità cinofila. Dapprima, senza forzarli, hanno fatto avvicinare i bimbi ai cani: un’esperienza sensoriale che ha permesso anche ai più scettici di superare le loro paure. Un primo passo essenziale per ‘rompere il ghiaccio’ e dar libero sfogo alla loro curiosità. I bimbi hanno così attentamente ascoltato la breve presentazione. Nicola e Steven hanno illustrato, con un linguaggio adatto al livello di comprensione dei bambini, che i cani sono dotati di fiuto, che permette loro di cercare e trovare persone sotto la neve, in un bosco, tra le macerie. “È un po’ come giocare a nascondino – ha spiegato Nicola – solo che i bambini cercano con gli occhi, mentre loro con il naso”. Dopo la parte teorica si è passati alla pratica all’aperto, dove i piccoli hanno potuto vedere i cani in ricerca di una persona nascosta dietro a un albero, sopra lo scivolo, sotto la neve, obbedienza e gratifica. Questa interessante giornata didattica rientra in un progetto della Scuola dell’infanzia di Cortina denominato ‘I nostri eroi sempre pronti ad aiutare’, che ha l’obiettivo di far conoscere ai bimbi le figure di mutuo soccorso come Operatori del 118, Polizia, Vigili urbani, Soccorso alpino, per lanciare da un lato un messaggio di prevenzione dagli incidenti, dall’altro una conoscenza delle differenze dei vari servizi e infine, con i più grandi, per riflettere sul valore etico dell’aiuto offerto al prossimo in difficoltà.

Informazioni su Redazione 9831 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

1 Commento

  1. Complimenti al soccorso alpino, nonché alle autorità, alle scuole, etc., che fanno vedere e capire l’importanza dei cani in difesa e per il salvataggio della persona.
    Un grande merito pero’ va agli addestratori dei cani che è una disciplina difficile e non a portata di tutti e un grande merito va a questi animali che sono straordinari da tutti i punti di vista: fedeli, altruisti, accompagnatori, difensori, etc.

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.