Stupefacenti, settimana intensa per la Polizia

BELLUNO – Settimana intensa per la Squadra Volanti sul fronte del contrasto ai fenomeni di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti.

Mercoledì pomeriggio la Volante, percorrendo Viale Dolomiti a Ponte delle Alpi, ha notato un’autovettura con a bordo due ragazzi che per l’atteggiamento alla guida sono apparsi subito sospetti; così i due giovani sono stati fermati dai poliziotti che hanno quindi proceduto ad un controllo. Uno dei due ragazzi è sembrato in evidente stato di agitazione e molto nervoso, soprattutto non ha saputo spiegare agli agenti dove stava andando e perché si trovasse in zona.

Il ragazzo, un marocchino del 1989 residente in provincia di Treviso, era nervoso probabilmente perché all’interno dell’auto erano occultati due involucri di cellophane trasparente contenenti hashish; i due pacchetti sono stati notati dagli occhi attenti degli agenti quando il ragazzo ha aperto il vano portaoggetti per recuperare i documenti dell’auto.

Gli uomini della Volante a questo punto hanno recuperato la droga ed hanno chiesto al ragazzo se ne occultasse altra; sono saltati fuori così altri 4 grammi di sostanza “sciolta” che il giovane aveva addosso. Il quantitativo di hashish sequestrato è stato alla fine di circa 13 grammi.

Il giovane è stato così accompagnato in Questura dove, tenuto conto delle circostanze, è stato denunciato all’A.G. per spaccio di sostanze stupefacenti.

Sabato sera, invece, una pattuglia della Squadra Volante, sempre nell’ambito delle attività disposte dalla Questura per il contrasto ai fenomeni di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, ha fermato in via Cipro, a Belluno, per un controllo di polizia quattro persone a piedi.

Alla vista della Polizia uno dei ragazzi, un ucraino del ’87, residente a Belluno, ha repentinamente gettato a terra quello che aveva in mano;  un gesto questo che ha di fatto messa in allerta gli agenti. Il ragazzo, nervoso e poco collaborativo, infatti addosso aveva un involucro contenente 0.9 grammi di marjiuana. Gli uomini delle Volanti non hanno potuto fare a meno che deferire il ragazzo alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Domenica sera la Squadra Volanti ha fermato un altro ragazzo, un bellunese residente in Alpago del 1996, mentre era a bordo della sua autovettura in via Feltre a Belluno; gli agenti lo hanno fermato perché procedeva in modo incerto sulla strada.

I poliziotti durante il controllo hanno notato all’interno dell’auto un coltello di 17 cm, che il ragazzo non ha saputo giustificare e per questo una volta in Questura è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per possesso ingiustificato di armi; il bellunese, inoltre, appariva disorientato e con evidenti difficoltà di coordinazione e quindi gli agenti hanno proceduto ad un accertamento approfondito rinvenendo due grinder (c.d. macina erba) contenenti marjiuana.

Il ragazzo è risultato anche recidivo, in quanto già sanzionato nel 2016 per lo stesso comportamento. Alla luce di quanto emerso il giovane è stato deferito alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti e  la sua patente è stata ritirata in via cautelare; tenuto conto delle sue condizioni, si è ritenuto opportuno sottoporlo ad analisi del sangue. Il ragazzo rischia dunque anche che gli si contesti il reato di cui all’art. 187 cds, ossia la guida in stato di alterazione dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Intensa e costante dunque l’attività di contrasto ai fenomeni dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti.

Informazioni su Redazione 9175 Articles
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

2 Commenti su Stupefacenti, settimana intensa per la Polizia

  1. Al di là della quantità di droghe ed altro che le volanti hanno rinvenuto durante i controlli, rimane il fatto che questa piaga sociale da decenni stà facendo ammalare se non togliere la vita ai nostri giovani che si lasciano incantare da queste diavolerie anche se assunte di tanto in tanto.
    Invece di ironizzare sulla quantità trovata addosso alle persone, almeno questo mi sembra di interpretare dal commento, sarebbe opportuno ringraziare sempre, comunque ed ovunque le Forze di Polizia che tengono sotto controllo il territorio al fine di arrestare soprattutto gli spacciatori rispetto ai poveri giovani che si lasciano coinvolgere.
    Tutti dovremo essere dei mini poliziotti e segnalare alle volanti comportamenti anomali in quanto potrebbe accadere che anche un nostro figlio finisca male.
    Bisogna mettersi in testa che la droga non è come bere un buon bicchiere di vino bianco o rosso che sia o una birra senza ubriacarsi ovviamente, la droga ti annienta il cervello.
    Evviva le volanti della Questura di Belluno.

Rispondi