Caso passaporti a rilento: il Sap replica

BELLUNO – “Per amore di verità, riteniamo doveroso replicare a quanto riportato sulle pagine del Gazzettino del 22 giugno scorso, ovvero al fatto di essere stati – a detta del giornalista – contraddetti dal Siulp Belluno in merito alla problematica sollevata da Fabio Rufus Bristot relativamente alle tempistiche per il rilascio del passaporto”. Inizia così la nota del Sap, il Sindacato Autonomo di Polizia, che afferma: “Innanzitutto nessuno – mai – ha messo in dubbio l’operato dei due (!) colleghi addetti all’ufficio in questione, che abbiamo già definito essere uno dei fiori all’occhiello della Questura. E nessuno – mai – ha messo poi in dubbio che a Belluno il passaporto non venga rilasciato entro i termini di Legge (art. 8 L. 1185/1967), che qualche maturo professore ci ricorda essere tra i 15 e 30 giorni dalla richiesta. Ecco, il problema sta proprio nella richiesta, che avviene previo appuntamento. Da qui ha inizio l’istruttoria – necessaria al fine di accertare che non vi siano cause ostative al rilascio del documento – e da qui decorrono i termini di Legge menzionati. Da buoni e giovani scolaretti abbiamo quindi consultato il sito di Agenda passaporto (www.passaportonline.poliziadistato.it) e – simulando una prenotazione – abbiamo constatato che oggi (25 giugno) la prima data utile per un appuntamento, a Belluno, è il 13 luglio; a Cortina invece lo si può fissare già per domani. Si evince quindi – prosegue la Segreteria Provinciale del Sap – che a Belluno, dove le richieste sono intuibilmente maggiori rispetto a Cortina, sono oggi necessari 18 giorni in più (quelli per l’appuntamento) per avviare l’iter, ai quali vanno poi aggiunti i canonici 15/30 giorni per il rilascio entro i termini di Legge; fermo restando i casi di comprovata necessità per i quali si deroga a tali tempistiche, rivolgendosi direttamente all’ufficio. E’ innegabile pertanto – prosegue il Sap – che con maggior personale in seno alla Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale – Ufficio Immigrazione, di via Lungardo, i tempi di attesa potrebbero essere ridotti. Il Sindacato Autonomo di Polizia esprime poi apprezzamento per l’impegno assunto da Fabio Rufus Bristot – attraverso un post sulla sua pagina facebook – di farsi portavoce nelle sedi opportune, magari proprio con il Vice Presidente della Provincia relativamente alla questione dei L.S.U.. E come vecchio detto – conclude nella propria nota il Sap – noi, che non dobbiamo compiacere nessuno ma solo perseguire un miglioramento nell’interesse di tutti, abbiamo pensato di rispolverare questo: “A rimestare nel torbido, talvolta ci si sporca”.

Informazioni su Redazione 8960 Articles
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Be the first to comment

Rispondi