Inail, Cip e Assi insieme per la 24 ore di San Martino

Associazione Sociale Sportiva Invalidi ASSI Onlus

BELLUNO – Sabato 8 e domenica 9 ottobre si svolgerà la 43esima edizione della “24 ore di San Martino”, la gara sull’ora più antica d’Italia, rivolta a tutta la realtà del podismo veneto.

Si tratta di una manifestazione organizzata con il patrocinio del Comune e della Provincia di Belluno, in programma allo stadio polisportivo di Belluno, sulla pista in rub-tan SDR: la particolarità dell’evento risiede nella capacità di coniugare l’aspetto più conviviale e aggregativo all’agonismo.

L’INAIL e il Comitato Italiano Paralimpico sostengono l’iniziativa con la squadra dell’ASSI, l’Associazione Sociale Sportiva Invalidi, composta da disabili e normodotati, che gareggiano secondo le proprie potenzialità. Proprio in collaborazione con l’ASSI, l’ASD Arcieri del Piave intende poi promuovere la “43^ 24 ore di San Martino, corsa a staffetta 24 x 1 ora”, con una propria squadra formata da 24 atleti, fra i quali diversi assistiti INAIL.

Le associazioni hanno posto fra i loro obiettivi prioritari quello di promuovere l’integrazione e l’autonomia della persona disabile, avendo identificato nello sport uno dei mezzi per realizzare queste finalità. Per l’anno 2016, c’è l’intenzione di attuare un’iniziativa che si esaurisce in due giornate di grande impatto.

«La visibilità e il messaggio che portiamo sarà di primo ordine – spiegano dall’INAIL -; formeremo infatti una squadra mista composta di disabili in carrozzine olimpiche e altri atleti, dando la possibilità a tutte le persone disabili di poter competere, in primis agli assistiti INAIL. Gareggeremo alla pari, comunicando al meglio il messaggio dell’integrazione sociale e promuoveremo le finalità delle nostre associazioni. La presenza dei disabili in gara è uno stimolo che porta ad avvicinarsi allo sport, all’atletica in questo caso. Il nostro esempio è la chiave che sdrammatizza le resistenze e le perplessità di tutti coloro che ritengono sia impossibile fare attività sportiva. Tutti i soci saranno invitati a partecipare alla gara o a essere presenti alla manifestazione per aiutare nell’organizzazione e diffondere il nostro messaggio.

Saremo in grado di accogliere nel nostro stand, dove funzionerà un servizio di ristoro, tutte le persone disabili e non che, invitate dall’INAIL, verranno alla manifestazione. Una segreteria divulgherà e informerà anche sulla possibilità di conoscere e praticare altri sport. E saranno distribuiti volantini».

Sulle magliette gara degli atleti e su quelle del personale dell’organizzazione troverà posto il logo INAIL.

Il dottor Musto, direttore territoriale della sede di Treviso e Belluno, entra nel dettaglio: «Le conseguenze di un evento infortunistico grave rappresentano, generalmente, un momento di grandissima difficoltà per il lavoratore, per la sua vita sociale e familiare. Il reinserimento nel mondo del lavoro e nella vita sociale è uno degli obiettivi dell’Istituto, e in questo, siamo convinti che lo sport possa fare molto. Per esperienza personale so come lo sport può motivare le persone a ritrovare se stessi, riscoprire le nuove abilità e risentirsi ancora protagonisti, lo sport e un ottimo mezzo di integrazione sociale che aiuta a superare le barriere, ma soprattutto aiuta ad accettarsi, a  porsi dei nuovi obbiettivi, è la vita ti torna a sorridere».

Alla luce dell’esperienza professionale e della convinzione rispetto alla possibilità di integrazione per mezzo dello sport delle persone che hanno subito l’infortunio, il direttore ha promosso quindi la partecipazione alla “24 ore di San Martino”, diventando  partner delle associazioni locali (ASD Piave e AASSI), con la costituzione di una squadra Inail-CIP. Queste tipo di iniziative si inquadrano nel protocollo d’intesa tra il Comitato Italiano Paralimpico Veneto (CIP), rappresentato dal presidente Ruggero Villnai, e la direzione regionale INAIL, rappresentata dalla direttrice Daniela Petrucci. Questa collaborazione si è concretizzata nel 2015 con l’apertura di sportelli provinciali di consulenza: sia per gli infortunati Inail, sia per le persone invalide, anche presso la sede di Belluno.

Informazioni su Redazione 10101 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.