30° Mostra dell’Artigianato: la proclamazione dei vincitori

Immagine archivio

FELTRE – Si è svolta alle ore 16.30 di domenica 26 giugno la proclamazione dei vincitori del concorso di forgiatura, del premio Carlo Rizzarda e dei partecipanti al simposio di scultura su legno.

La cerimonia è iniziata con la proclamazione dei partecipanti al 6° simposio di scultura su legno: Arrigo Da Rozze, Lino Fiorentin, Luca Lisot, Diego Gazzi.

La giuria formata da Francesco Villabruna, Damiano Bof, Tiziana Casagrande, Tiziana Conte e Dino Cossalter ha proclamato vincitori del concorso di forgiatura a tema “la leggerezza”: 1° Prikryl Standa (opera Airone), 2° Jiri Bata (opera Leggerezza sprigionata), 3° Premio Giovani Nicholas Convento (opera Va dove ti porta il cuore). Il premio Carlo Rizzarda, in cui le opere degli artisti vengono esposte durante la manifestazione, ha visto vincitori: 1° Gianpaolo Maniero (opera Dov’è Golia?), 2° Ivo Stawaritsch (opera Turbina del vento), 3° Alessandro Di Bari (opera La maschera e l’osservatore).

Premio Carlo Rizzarda 2016

1° Premio: Dov’è Golia? ferro battuto – Gianpaolo Maniero. Motivazioni: l’autore ha saputo rendere con precisione realizzativa, minuzia di particolari ed elegante sintesi, tipiche dell’arte di Carlo Rizzarda, la piccola scultura che rappresenta il futuro re di Israele, ed ha saputo suggerire l’episodio biblico con felice gusto narrativo, soggetto, di derivazione classica, inedito per un’ opera in ferro battuto.

2 Premio :Turbina del vento, ferro battuto e ingranaggi – Ivo Stawaritsch. Motivazione: originalità ideativa e abilità tecnica caratterizzano il manufatto che unisce alla piacevolezza del design, impostato sulla duplice, speculare forma a spirale, il colpo di scena della meccanica attraverso il gioco di ingranaggi di leonardesca memoria.

3 Premio: La maschera e l’osservatore, ferro battuto – Alessandro Di Bari. Motivazioni: con originale estro creativo ed efficace stilizzazione l’autore ha dato vita a una beffarda e surreale maschera in ferro forgiato che evoca teatralmente meccanismi androidi e video tecnologie di controllo, anche attraverso il voluto inserimento di elementi di raccordo non forgiati,  ma al tempo stesso richiama sarcastiche creazioni pittoriche di George Grosz e Otto Dix e, in collezione Rizzarda, ha una vaga attinenza con la Maschera tragica in maiolica, tipicamente Déco, di Enrico Mazzolani.

Concorso di forgiatura 2016

1 ° PREMIO: Prikryl Standa. TITOLO OPERA: AIRONE. Motivazioni: per la raffinata esecuzione perfettamente inerente al tema nella realizzazione di uno slanciato airone , soggetto “animalia” Carlo Rizzarda.

2° PREMIO: Jiri Bata. TITOLO OPERA:  LEGGEREZZA SPRIGIONATA. Motivazioni: L’opera interpreta il tema attraverso un elegante motivo ad elica che evoca lo sprigionarsi di energia positiva.

PREMIO GIOVANI: Convento Nicholas. TITOLO OPERA: VA DOVE TI PORTA IL CUORE. Motivazioni: Pur giovanissimo l’autore ha interpretato il tema con garbo e poesia attraverso lo sfogliarsi casuale delle pagine di un libro.

Informazioni su Redazione 10269 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.