Dopo 14 anni a Cadola torna la pesca di Pasqua

Ponte nelle Alpi

Alcune volontarie nella sala "Savio" adibita a logistica per la pesca

PONTE NELLE ALPI – Stanno lavorando da mesi i volontari della parrocchia di Santa Maria di Cadola e del gruppo AlBelPont (Alpago Belluno Ponte nelle Alpi) per allestire la pesca di beneficenza. Sono circa 35 le persone, tra giovani, adulti e pensionati, che hanno raccolto, catalogato, contato e numerato gli oggetti che saranno “nelle mani della fortuna” nelle giornate di Pasqua e di Pasquetta.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di raccogliere fondi per contribuire al sostegno delle spese per i lavori di ripristino del campanile della chiesa arcipretale e per sistemare l’area del paese destinata ad attività ludiche giovanili.

“Così, con l’aiuto di quanti vorranno tentare la sorte – commenta una delle volontarie – i progetti destinati al servizio della comunità potranno prendere il  via. Intanto la struttura che conterrà oltre 4mila premi di vario valore è già allestita sul sagrato della chiesa e non attende altro che, tra Pasqua e Pasquetta, più persone possibile acquistino i biglietti.  Ringraziamo i numerosi privati e le ditte che hanno offerto il materiale che ci ha permesso di organizzare la pesca”.

Informazioni su Redazione 10218 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.