Aperitivo bibliotecario con Giovanni Raboni

Immagine archivio biblioteca di Belluno
La Biblioteca a Belluno
La Biblioteca a Belluno

BELLUNO – Continua la serie degli “Aperitivi bibliotecari”, organizzati dalla Biblioteca civica di Belluno allo scopo di far conoscere e valorizzare le raccolte dell’istituzione culturale. Questo decimo incontro tratterà il tema “Giovanni Raboni (Milano 1932 – Fontanellato 2004) e l”oggetto che prima non c’era” a cura di Rodolfo Zucco. Parlando della scrittura a mano, Giovanni Raboni scriveva: «Non escludo affatto che anche la mia passione per la poesia, non soltanto quella degli altri, ma anche quella che ad un certo punto ho cercato di fare e per tutta la vita ho continuato come meglio ho potuto fare, sia nata proprio anche da questa gioia materiale: del vedere formarsi sotto la mia mano un oggetto che prima non c’era, una parola che prima non c’era». Rodolfo Zucco interverrà sulla poesia di Raboni illustrando il percorso elaborativo – il concreto formarsi di «un oggetto che prima non c’era» – di due testi posseduti dalla Biblioteca. Sarà dunque proposta la visione diretta e commentata di alcune pagine dell’agenda di cui il poeta si servì per la stesura di poesie destinate a confluire nella raccolta Ogni terzo pensiero (Milano, Mondadori, 1993): quelle che contengono gli abbozzi dei sonetti So la strada e la neve… e Sono quello che eravate… Annarita Capraro leggerà queste e altre poesie del libro.

L’appuntamento è per venerdì 18 ottobre dalle 19.15 alle 20.00 a Palazzo Crepadona nella sala di lettura della Biblioteca, ad ingresso libero.

Info: telefono 0437948093 oppure e-mail biblioteca@comune.belluno.it.

Informazioni su Redazione 10275 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.