Ponte nelle Alpi vince il premio “Comuni Ricicloni 2013”

Il sito internet del Comune di Ponte nelle Alpi
Il sito internet del Comune di Ponte nelle Alpi
Il sito internet del Comune di Ponte nelle Alpi

PONTE NELLE ALPI – «Siamo orgogliosi di ricevere per la quarta volta consecutiva l’Oscar dei Comuni Ricicloni», ha dichiarato Ezio Orzes l’Assessore all’Ambiente del Comune di Ponte nelle Alpi, «premio che riconosce l’impegno dei tanti che hanno contribuito a questo risultato».

È innanzitutto un riconoscimento alla comunità di Ponte nelle Alpi. Questi risultati sono la somma di piccoli gesti quotidiani, dall’attenzione posta fin da quando si fa la spesa, evitando di acquistare imballaggi inutili, alla separazione accurata dei rifiuti in casa fino alla loro consegna al servizio di raccolta domiciliare, al conferimento di ogni materiale all’ecocentro comunale.

Il denominatore comune è la responsabilità, che passa di mano in mano dalla bottega del negozio di alimentari, ai cittadini, alla Ponte Servizi Srl che gestisce con grande professionalità  il servizio di raccolta, alle piattaforme  di selezione che ritirano questi materiali e li riconsegnano alle aziende  che li ritrasformano in nuovi beni.

«Ponte nelle Alpi è una comunità viva che si interroga e cresce nel confronto. Una comunità che sta dimostrando a tutto il paese, con modestia e senso civico, che obiettivi apparentemente irraggiungibili sono invece alla portata di tutti».

«Non ci possiamo più permettere di buttare sottoterra, in una discarica o dentro un inceneritore, materiali preziosi spendendo in smaltimento quantità enormi di denaro. A Ponte nelle Alpi abbiamo abbattuto questo costo di oltre 90% (da 450.000 a 40 € l’anno) e abbiamo impegnato questi soldi risparmiati per dare lavoro a delle persone che erogano un servizio di grande qualità ai cittadini ad un costo basso. Qui si differenzia quasi tutto, e ogni cittadino del comune di Ponte nelle Alpi produce ormai meno di 30Kg di rifiuto indifferenziato all’anno».

Ponte nelle Alpi lancia una sfida al paese e alla politica: «se tutti i Comuni italiani sotto i 50.000 abitanti facessero la raccolta differenziata come da noi, in Italia si potrebbero abbattere dei costi improduttivi, come lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati, e si potrebbero creare almeno 200.000 posti di lavoro offrendo ai cittadini servizi di grande qualità ad un costo contenuto. Meno costi e più posti di lavoro!».

«Questo traguardo è dedicato ai Pontalpini», dichiara infine l’Assessore Ezio Orzes, «noi amministratori siamo orgogliosi di una comunità così attenta ai valori ambientali e corresponsabile nella gestione dei beni comuni».

Informazioni su Redazione 9672 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.