Stage del Catullo a Casa Pollicino

I ragazzi del Catullo a Casa Pollicino in Romania
I ragazzi del Catullo a Casa Pollicino in Romania
I ragazzi del Catullo a Casa Pollicino in Romania

Nove studenti bellunesi accompagnate da un insegnante hanno operato per due settimane a Petrosani.

BELLUNO – Dal giorno 16 giugno 2013 è iniziato uno stage operativo in Romania per gli studenti della classe 4D e 4E indirizzo socio – sanitario dell’Istituto di Istuzione Superiore T. Catullo di Belluno.

L’esperienza, della durata di due settimane, ha coinvolto gli studenti Niccolò Arrigoni, Jenny Lucchese, Nicoletta Zuccolotto, Elisa Loria, Lorenza Balest, Flavia Calesso, Romina Damin, Giada De Sandre, Karim Chierzi accompagnati dal docente di tecniche socio – sanitarie Prof. Ugo Masè.

L’opportunità di fare questa bella e importante esperienza, sia personale che professionale, viene svolta ormai da 5 anni dall’Istituto Catullo presso la struttura “Casa Pollicino” di Petrosani, una cittadina ubicata nella regione di Honedoara in Romania.

La struttura, realizzata e gestita dal 2008 dall’Associazione Pollicino di Belluno, ospita circa 80 bambini colpiti da menomazioni, disabilità, difficoltà sociali e famigliari.  Lo stage è stato reso possibile grazie alla collaborazione con l’Associazione Pollicino di Belluno, al costante puntuale e fattivo impegno dei volontari Rino Ioriatti e Francesco Forti presenti sul posto per tutta la durata dell’esperienza, mentre l’organizzazione generale è a cura della presidente Morena Pavei e del Segretario Enrico Collarin.

I ragazzi hanno avuto modo di toccare con mano la grande attività umanitaria sostenuta dal Pollicino a Petrosani ed al contempo di fraternizzare con la comunità rumena, scoprendone la simpatia e l’ospitalità.

Particolarmente apprezzata è stata la gita del fine settimana a Valenii de Munte, quasi 500 chilometri da Petrosani, ospiti dell’amico Alessandro Pietta e dei membri del Coro Armonia in uno scambio di ospitalità dopo la loro permanenza a Belluno dell’inizio di giugno.

Accompagnati anche da Enrico Collarin e dalla direttrice Florentina Presecan, gli studenti hanno potuto visitare anche la casa affido di Targoviste gestita dai Padri Somaschi e diretta dal trevigiano Padre Lorenzo.

«E’ difficile spiegare in poche righe l’esperienza e le emozioni che stiamo vivendo a Casa Pollicino in Romania», spiegano in coro i ragazzi. «Erano molte le nostre aspettative prima della partenza da Belluno, le paure, i timori e le incertezze, poi invece ci è bastato entrare qua, mettersi in relazione con i bambini e con le persone che abbiamo conosciuto e tutti i nostri timori, quasi per magia, sono scomparsi».

Emozionati continuano: «quanti abbracci, quanti sorrisi, quanti sguardi d’affetto stiamo ricevendo in questi giorni ed ogni volta per noi è come tornare bambini; via i timori, i pregiudizi, l’ipocrisia e tutto sparisce tornando a giocare, parlare, divertirsi. Le parole Paura, Solitudine, Esclusione, Tristezza  a Casa Pollicino non trovano dimora e ci rendiamo conto che è nelle cose più semplici, nello stare insieme, nel condividere che trovano radici la felicità, l’affetto e la serenità».

Informazioni su Redazione 10182 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.