Genitori e adolescenti nella testimonianza con la Comunità “Nuovi Orizzonti”

Un momento della testimonianza (Thomas Iacconi)
Un momento della testimonianza (Thomas Iacconi)
Un momento della testimonianza (Thomas Iacconi)

ARSIE’ DI FELTRE – «“Nonostante la vostra indifferenza, noi esistiamo”: questa scritta su un muro di Roma colpì a tal punto Chiara Amirante, nei primi anni ‘90, che iniziò a incontrare “il popolo della notte” presso la Stazione Termini. Un’esperienza sconvolgente per lei, poco più che adolescente, piccolo seme che ora sta portando molto frutto con la nascita e lo sviluppo di diverse Comunità “Nuovi Orizzonti” in Italia e all’estero». Con queste parole di Gabriella, responsabile della Comunità a Ponte delle Alpi (BL), è iniziato l’incontro di Venerdì 22 febbraio ad Arsiè con una ottantina di genitori, invitati per condividere il tema delle “Dipendenze da droga e alcool degli adolescenti”.

Dopo un lungo e, per certi versi, sorprendente elenco di vari tipi di droghe e di problemi connessi, il dialogo con i genitori è continuato alla ricerca di indizi e soluzioni al problema, individuati soprattutto nella mancanza di dialogo in famiglia, di difficoltà di relazioni e di mancanza di figure significative nella vita dei ragazzi.

Ma ciò che – credo – più ha colpito i presenti è la convinzione più volte ribadita da Gabriella che senza un reale incontro con Gesù i nostri giovani non sapranno mai colmare quel vuoto e trovare quelle risposte che in tanti modi cercano.

Il programma terapeutico, infatti, che è alla base del cammino degli adolescenti e giovani presenti nelle Comunità “Nuovi Orizzonti” si basa sull’esperienza dell’incontro con Dio come sorgente di vita nuova.

Quasi a conferma di tale principio, la serata è continuata con l’ascolto di Christian, originario di Trento e operatore della Comunità; un racconto di vita crudo, perché ha toccato i punti più bassi della dignità di un uomo, tra i quali le violenze familiari, l’alcolismo, l’esperienza di tutti i tipi di droga, il carcere. Eppure il suo filo di voce sgorgava da un cuore ormai riconciliato e sereno, che non voleva stupire o scandalizzare, bensì annunciare il calore dell’accoglienza originaria della Comunità e la scoperta della persona di Gesù attraverso la frase del vangelo: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”. «Io sono il miracolo della conversione – concludeva – per questo posso far qualcosa per gli altri e per me ogni giorno, ormai da 4 anni; portiamo un po’ di Dio a tutti!».

Un dono che diventa per ciascuno di noi impegno e responsabilità: annunciare con la vita quotidiana che è possibile rinnovare le relazioni, è ancora possibile prevenire ed educare, è possibile annunciare un Dio che cammina al nostro fianco e ci trasforma in ‘miracoli’ viventi! (Thomas Iacconi)

Il percorso continua con altri due incontri della Comunità rivolti ai Giovanissimi di Arsiè, Arten e Cismon.

Per saperne di più: www.nuoviorizzonti.org.

Informazioni su Redazione 10177 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

1 Trackback / Pingback

  1. Genitori e adolescenti nella testimonianza con la Comunità “Nuovi Orizzonti” | Belluno 24h

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.