Fabio De Mas ci parla della nuova avventura, l’Aconcagua

Fabio De Mas al campo 1 nel monte Cho Oyu
Fabio De Mas al campo 1 nel monte Cho Oyu

BELLUNO – Fabio De Mas, bellunese al cento per cento, è uno sportivo per passione e una amante della montagna che, negli anni, ha conquistato vette e percorso sentieri in varie parti del mondo, come il monte Cho Oyu (la Dea Turchese) che è il sesto monte per altezza sulla Terra, il Polo Nord, il Kilimangiaro e molti altri paesaggi raggiunti grazie alla semplice passione.

Dopo una stagione di maratone tra l’Italia e l’America, Fabio si sta preparando a una nuova avventura che la redazione di Gobelluno seguirà passo a passo.

La nuova avventura per il 2013 è la vetta più alta montagna della Cordigliera, di tutto il continente americano e di tutto l’emisfero meridionale, dico bene Fabio?

«Benissimo Luca, si parliamo dell’Aconcagua che ha un’altezza di 6.962 metri sul livello del mare e si trova nelle Ande argentine».

Ma come è nata questa voglia di salire una nuova vetta?

«Come ben sai la mia è una passione, quindi come tale c’è la voglia di esplorare e conoscere nuove vette, anche diverse da quelle che circondano il nostro splendido paesaggio. Essendo nato in montagna, ovunque mi giro i miei occhi vedono rocce e vette, ecco perché la mia passione è naturale».

Cosa vi aspettate di trovare in Argentina e quali sono i vostri piani?

«Fatica, tanta fatica, perché è una montagna impegnativa e raggiunge quasi i 7 mila metri, per cui sicuramente è un obiettivo ambizioso e come tale nasconderà imprevisti e noi dobbiamo prepararci al meglio per affrontarli. Le difficoltà sono sempre tante e l’altezza le aumenta, quindi noi ci proviamo e vediamo come va».

L’obiettivo è la vetta, ma cosa ti spinge a tanto?

«Spesso non c’è una motivazione, altre volte ce ne sono tante. Sicuramente la prima è quella di sfidare se stessi e vedere fino a dove riusciamo a spingerci, sapendo sempre che è meglio una rinuncia, che un non tornare a casa. Poi devo dire che in montagna riesco a trovare un equilibrio raro, unico, meraviglioso dove tutto ha un senso e una logica. Poi torno alla base e il tutto svanisce, fino a quando riprendi la salita e cerchi nuovamente l’equilibrio… poi se lì, con il cielo tutto attorno e così vicino che sembra di toccarlo, i colori sembrano più vivi ed è tutto un pò magico».

Come e da quanto ti stai preparando alla salita?

«Tecnicamente il trekking non presenta molte difficoltà; l’altezza è il problema principale e per affrontare il mal di montagna non vi sono allenamenti, basta salire piano piano e saper ascoltare i segnali che il nostro corpo ci invia. Certamente ci vuole un fisico allenato per la fatica, perché sopra i 6 mila metri fai due – tre passi e ti fermi, percorrendo così distanze brevi in tempi lunghissimi».

C’è un allenamento specifico?

«No, ogni singola persona conosce i propri limiti e di conseguenza si esercita. Io personalmente mi alleno con il running e lo sci alpinismo».

E per quanto riguarda lo zaino cosa ci dici?

«Lo zaino è grande, quindi contiene tante cose e alla fine risulta sempre molto pesante, ma devo rivelare un segreto: nelle mie spedizioni c’è una cosa che non può mancare mai, la Nutella. Non per golosità, bensì per colmare la tristezza dei famigliari lontani e per la mancanza di quei sapori che ti fanno sentire un po’ a casa, perché in quelle condizioni si sta abbastanza male».

Complimenti Fabio e in bocca al lupo, in attesa di ricevere qualche fotografia da quel punto così alto della terra e poter così sognare di essere insieme a te a toccare il cielo con un dito.

no images were found

Informazioni su Redazione 8750 Articles
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

4 Commenti su Fabio De Mas ci parla della nuova avventura, l’Aconcagua

  1. Manca davvero pochissimo all’inizio della nuova avventura.
    Al caro amico Lelio De Bernardin, a Fabio e a tutti gli altri membri della spedizione, auguro tutte le più belle emozioni e soddisfazioni <3 !

Rispondi