Anna De Bona: “A Belluno un centro più giovane”

Anna De Bona (CS)
Anna De Bona (CS)

BELLUNO – Una serata di ritrovo per i giovani e gli studenti universitari fuori sede, laboratori artistici e sconti su cinema e ristorazione. Questa la ricetta per un centro di Belluno più giovane scritta da Davide Noro e Anna De Bona, 18 e 38 anni, candidati dell’Udc a sostegno della candidatura di Ida Bortoluzzi sindaco.

Partono da tre proposte concrete e accurate per ravvivare la città in maniera consapevole ed efficiente i due aspiranti consiglieri.

«Visto che molti giovani studiano fuori città – spiega Anna De Bona – organizzare una serata per tutti gli universitari bellunesi quando ritornano a casa il fine settimana significa per il Comune dare un segnale forte di considerazione. Basta poco: si può farlo indiziando dai giovedì estivi e successivamente nei venerdì durante il corso dell’anno».

Ingrediente fondamentale per la riuscita dell’iniziativa è il coinvolgimento dei commercianti e dei gestori dei locali, in modo da consentire ai ragazzi di mangiare la pizza o fare l’aperitivo ad un prezzo popolare. Inoltre, il progetto prevede la creazione di veri e propri laboratori artistici con cineforum a basso costo ed elaborazioni culturali di tipo teatrale o musicale. Tema quest’ultimo molto delicato, per il quale si possono cercare soluzioni nuove.

«Va individuato un luogo dove le band possano suonare senza recare disturbo all’interno della città, perché la musica è il punto di ritrovo e coesione per eccellenza per noi ragazzi» spiega Davide Noro. «Nei gazebo Udc – prosegue – arrivano tante richieste per modificare l’ordinanza anti-rumore oggi in vigore. Raccoglieremo le firme per fare in modo che si possa ridiscutere l’argomento e scegliere una soluzione che davvero accontenti tutti coinvolgendo dall’amministrazione, ai residenti, ai giovani».

Con momenti di incontro, supportati da un circuito commerciale e culturale, secondo i candidati Udc, si rivaluterà il centro che tornerà ad essere popolato da tutti i cittadini.

«Siamo convinti che trovare il giusto mix di tutti questi ingredienti – affermano uniti Noro e De Bona – può portare ad un movimento spontaneo di incontro che metta in moto l’indotto cittadino tenendo negozi, ristoranti, bar aperti. La piazza è storicamente il luogo ideale per l’incontro e la contaminazione della realtà giovanile cittadina, ma anche delle vallate di tutto il Bellunese».

Informazioni su Redazione 10181 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

2 Commenti

  1. Gli sconti sui cinema già ci sono, con la tessere della biblioteca, la carta giovani della provincia e chissà quante altre. Ma la cosa più sconcertante è la serata per gli universitari… Non spetta al Comune fare queste cose! Trovo semplicente assurdo che a proporle siano persone che si candidano a consiglieri comunali. Il Comune deve svolgere una funzione abilitante a queste cose, non esserne il promotore! Bisogna smetterla di volere la pappa pronta, queste cose le devono fare i cittadini, l’ascom o le associazioni che già esistono, non il comune! Il Comune può coordinarle, al massimo. Ma credete che il mercoledì universitario a Padova sia organizzato dal Comune? Che le luminarie le metta il Comune? Ripeto, è veramente sconcertante che certa gente si candidi, ma del resto dev’essere uno degli effetti collaterali dell’avere 16 liste che dicono tutte le stesse cose e vogliono differenziarsi sul NULLA.

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.