Il Sindaco Antonio Prade a Venezia per difendere la Bellunum

Il sindaco Antonio Prade

BELLUNO – Trasferta tutta veneziana, questa mattina, per il Sindaco di Belluno, Antonio Prade. Siccome le eccellenze venete in materia di gestione dei servizi di raccolta differenziata rischiano di essere smantellate dalla manovra sulle liberalizzazioni presentata dal Governo Monti, discussa in questi giorni in Parlamento, il sindaco Antonio Prade, assieme ai rappresentanti degli altri Comuni veneti interessati, nonché assieme ai presidenti delle relative società, questa mattina ha incontrato il presidente del Consiglio regionale, Ruffato nonché l’assessore all’ambiente della Regione Veneto, Conte.

Erano presenti all’incontro, oltre che il Sindaco di Belluno, accompagnato dal presidente della Bellunum, Ermanno Gaspari, anche i rappresentanti politici e amministrativi di Contarina S.p.A. di Treviso, di Ponte Servizi s.r.l. di Ponte nelle Alpi, di ETRA s.p.a. di Padova e di Ecogest s.r.l. di Rovigo.

«Purtroppo – ha detto il sindaco Prade – nel processo delle liberalizzazioni del Governo Monti è coinvolta anche la Bellunum s.r.l., la nostra società comunale che gestisce la raccolta dei rifiuti. E’ un peccato perché in questi anni, grazie ad un duro lavoro, siamo riusciti a portare questa società fra le eccellenze del Veneto e dell’Italia. Non ha dunque senso, io credo, che noi veniamo costretti a disfarci di un sistema che funziona. Perché non è sempre vero che pubblico è male e che privato è bene. Dico questo perché sono convinto che il Comune di Belluno e la Bellunum fanno parte dell’Italia dell’efficienza e della competenza, dell’Italia dove si erogano servizi di qualità e dove le gestioni finanziarie sono oculate e trasparenti. Ecco perché non sopporto l’idea che veniamo accomunati, senza distinzione alcuna, ai carrozzoni pubblici che generano disservizi, clientelismo, sprechi e bilanci fuori controllo. Bellunum è stata costruita con i soldi dei cittadini e, grazie al lavoro encomiabile di decine di donne e di uomini, ottimamente diretti da Ermanno Gaspari, è stato uno dei perni attorno ai quali abbiamo costruito lo straordinario livello di qualità ambientale della nostra Città che tutti ci invidiano. Spero dunque che l’appello a rivedere questa decisione, appello oggi rivolto a tutte le forze politiche e ai parlamentari veneti che nei prossimi giorni dovranno decidere e votare, venga accolto».

Informazioni su Redazione 10181 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.